Il bollino lativù

"lativù" è il nuovo ed unico bollino multipiattaforma che garantisce le migliori caratteristiche tecnico-qualitative dei televisori.

Il TV con questo bollino è un prodotto a prova di futuro che garantisce al consumatore la possibilità di fruire la TV su tutte le piattaforme: digitale terrestre, digitale satellitare e internet secondo gli standard tecnologici di ultima generazione.

È uno strumento a tutela
dei consumatori e dei produttori.

lativù - I nuovi standard della TV - tivùsat

specifiche tecniche lativù

Digitale Terrestre di 2° generazione (Digital Video Broadcasting Terrestrial 2)

Digitale Terrestre di 2° generazione
(Digital Video Broadcasting Terrestrial 2)


Nuovo standard di trasmissione televisiva terrestre digitale di seconda generazione. Con il T2 si ha lo standard europeo del nuovo digitale terrestre (adottato in tutta Italia entro il 2022). Per un'ottima qualità visiva e sonora.

TV connessa via Internet (Hybrid broadcast broadband TV)

TV connessa via Internet
(Hybrid broadcast broadband TV)


Grazie al nuovo standard HbbTV, attraverso la connessione di rete, potrai accedere alle più note applicazioni interattive della televisione italiana (ed anche internazionale se usi tivùsat) con contenuti di varia natura: video on demand (programmi di archivio, TV della settimana precedente, contenuti extra), EPG ed altri servizi interattivi.

Digitale Satellitare di 2° generazione (Digital Video Broadcasting Satellite 2)

Digitale Satellitare di 2° generazione
(Digital Video Broadcasting Satellite 2)


Un TV con DVB-S2 è dotato di sintonizzatore satellitare integrato e quindi basta una CAM certificata tivùsat per accedere immediatamente alla piattaforma satellitare gratuita tivùsat. Con tivùsat vedrai tutti i migliori canali della tua TV di sempre in HD e 4K Ultra HD (Rai 4K e canali in inglese di viaggi, cultura, arte, yoga).
Con tivùsat 4K puoi avere il meglio della TV con le migliori immagini ed un audio senza eguali!

High Efficiency Video Coding

High Efficiency Video Coding

Il formato video ad alta efficienza, per audio e video eccezionali; pensato appositamente per le trasmissioni in alta risoluzione (4K UHD).

Bonus TV Bonus TV

Il Ministero ha stanziato incentivi governativi per la sostituzione dei TV e decoder.
Il primo bonus TV arriva a un massimo di 30 euro ed è legato all’Isee del nucleo familiare.
Il secondo bonus TV per la rottamazione arriva a un massimo di 100 euro
e potrà essere fruito da tutti gli utenti che rottamano un vecchio televisore.

Bonus TV Bonus TV - rottamazione

switch off verso il nuovo digitale terrestre (DVB-T2)

Dopo il passaggio dall'analogico al digitale terrestre (2008-2012), la modalità di trasmissione televisiva terrestre cambierà nuovamente, adottando un sistema di trasmissione più efficiente: il DVB-T2 (Digital Video Broadcasting – Second Generation Terrestrial) e la nuova codifica HEVC (High Efficiency Video Coding).

Il passaggio al DVB-T2 permetterà alle emittenti TV di continuare a trasmettere la stessa quantità di canali, aumentandone risoluzione e qualità. La transizione verso il nuovo formato è iniziata a gennaio 2020, inizialmente con operazioni tecniche di sintonia frequenze, cosa che potrebbe creare la necessità di risintonizzare spesso i canali o al massimo di far riconfigurare i filtri degli impianti condominiali. Il primo vero passaggio inizierà il 20 ottobre 2021.

Vuoi sapere tutto sul passaggio alla nuova Tv digitale?
Visita il sito del MISE

SCOPRI DI PIÙ

tempi e modalità degli “spegnimenti”

Il primo passaggio inizierà nel corso dell’autunno del 2021: dopo questa scadenza tutti i TV e i decoder non in grado di decodificare i canali HD (quindi l'MPEG4 AVC) andranno a nero e dovranno essere sostituiti.

Dopo dopo questo passaggio a MPEG-4 avverrà un processo - scaglionato per aree geografiche – che riguarderà solo lo spostamento delle frequenze. Uno spostamento che darà pochi problemi ai cittadini: basterà semplicemente risintonizzare i canali (processo che molti TV fanno automaticamente) per continuare a vedere tutte le trasmissioni.

Per verificare il calendario di risintonizzazione per zone geografiche clicca qui.


Il digitale terrestre di prima generazione dovrebbe andare definitivamente in pensione nel 2023: le emittenti televisive (come Rai, Mediaset, la7 o le locali) spegneranno le trasmissioni in DVB-T e trasmetteranno i loro canali solo con lo standard Dvb-T2. Questo significa che tutti i TV e i decoder non compatibili con il DVB-T2 (e con la codifica HEVC) non riceveranno più nulla e anche in questo caso sarà necessario avere già sostituito i vecchi dispositivi. Il Ministero ha di recente emanato un decreto con cui vien spostata in avanti la data del passaggio definitivo, originariamente fissata a giugno 2022.

Per saperne di più clicca qui.

segui l’innovazione

L’innovazione è appena cominciata!
Rimani collegato per scoprire tutti i modelli certificati lativù

Vuoi sapere tutto sullo switch-off, Bonus TV e molto altro?
Vuoi sapere tutto sullo switch-off, Bonus TV e molto altro?
Domande frequenti
Switch-off TV, il rinvio: il 1 settembre non succede nulla.
Switch-off atto primo: ecco i canali di Rai e Mediaset che si spegneranno il 20 ottobre
Leggi tutto
Al via bonus tv, Giorgetti firma decreto
Al via bonus tv, Giorgetti firma decreto
Leggi tutto